Allevamento Dal Dievelnigher

riconosciuto ENCI – FCI
selezione razza Hovawart

Siamo una famiglia composta da quattro persone, spesso allietata dalla presenza del nonno. Viviamo a Reggio Emilia, nella zona pedecollinare.
Pur essendo vicinissimi al centro urbano, possiamo godere della libertà della campagna con i suoi spazi e le sue opportunità: i campi, il bosco, il ruscello.
Mio marito ed io siamo amanti dei cani da sempre e ne abbiamo sempre posseduti, sia di razza che non.
Abbiamo incontrato l’hovawart per la prima volta all’estero, nei lontani tempi dell’università, quando in Italia ben pochi conoscevano ed apprezzavano la razza.
E’ stata una passione che, una volta deciso di formare una nostra famiglia, ci ha poi condotto a visitare qualche allevamento e, anche se non subito, siamo finalmente riusciti nel 2008 a portare a casa la nostra prima cucciola: una femmina nera di nome Batouk. Indiavolata!
Tant’è che il nonno la ribattezzò subito “Dievelnigher” (che, in dialetto reggiano, significa Diavolo Nero): questo è il nome del nostro allevamento.

Batouk è stata meravigliosa compagna di giochi e di avventure dei nostri figli ed è entrata a pieno titolo a far parte integrante della nostra famiglia, così come lo sono stati e lo sono tuttora gli hovawarts che abbiamo posseduto: Kronk, Butterfly (Rina), Era, Freedom (Bulla), Elektra (Ellie).

Abbiamo avuto la compagnia anche di altri cani, che ci hanno dato la possibilità di conoscere altri caratteri e tipologie comportamentali, che ci piace ricordare: Charlie (pastore tedesco), Bergamotto del Rio Lucente detto Rocco (Golden Retriever), Pirulla della Cirenaica detta Penny (Zwergschnauzer), Doc (meticcio tipo pastore), Menta (meticcio tipo caccia).

Alleviamo solamente razza Hovawart.

Per saperne di più……..

L’Allevamento Dal Dievelnigher (nato nel 2011, con riconoscimento affisso ENCI/FCI nel 2014) è gestito da Armani Annalisa,
Master Allevatore Cinofilo ENCI/ANMV anno 2018 e
Addestratore Cinofilo Riconosciuto ENCI (abilitazione conseguita nel 2017).

Molteplici i corsi, gli stages (sia teorici che pratici), concernenti non solo l’allevamento, ma anche l’educazione e l’addestramento, nel tempo frequentati (ne cito alcuni, che sono stati per me significativi: Seminario sulla riproduzione, D.ssa Maria Carmela Pisu, nel 2014 – Assistenza alla riproduzione nella cagna, Dr. Giovanni Majolino, nel 2014 – Corso base e avanzato conseguendo il titolo di Operatore in Zooantropologia Didattica SIUA, nel 2013 – Addestramento del cane da lavoro, figurante ENCI Luca Menozzi, nel 2013 – Stage di Ricerca in Superficie, NOC Traversetolo con Bientinesi Carlo, nel 2015 – Molteplici corsi di formazione e stages teorico pratici di Protezione Civile – Stage di utilità e Difesa con Martin Aust, nel 2017 – Stage di Obedience, Anaela Tuzzi, nel 2018 – Corso ENCI Addestratore Cinofilo, anni 2016/2017 – Master Allevatore Cinofilo ENCI, 2018).

Volontario di Protezione Civile da ormai molti anni, ho prestato la mia attività conducendo come Unità Cinofile di Ricerca in Superficie i compagni Batouk, Butterfly e Kronk. Con quest’ultimo ho lavorato con grandissima soddisfazione come UCS Operativa fino al termine del brevetto nel 2018, dopodichè ci siamo ritirati a vita più tranquilla (per raggiunti limiti di età e performanza fisica). Sono rimasta, comunque, in servizio come volontario, prestando il mio contributo anche come consigliere e vicepresidente del GVPCA dal 2016 al 2020. Dal 2012-2013 membro a vario titolo del CD di HCI.

Ho condotto i miei cani in prove di verifiche attitudinali (CAL2), prove di accompagnamento (BH), prove internazionali di utilità e difesa (IPO, ora IGP), ricerca persone in superficie.

  • Batouk: CAL2 – BH – IPO1 – UCS
  • Butterfly Dievelnigher: CAL2 – BH – UCS
  • Kronk: CAL2 – BH – IPO1 – IPO2 – UCS operativa fino al 2018
  • Era Dal Dievelnigher: CAL2
  • Elektra ex Horto Albo: CAl2

Assicuro costanti verifiche morfologiche sui miei soggetti partecipando a molteplici esposizioni e raduni di razza. Non elenco sequenze di titoli o addirittura di risultati a singole expo, che rischiano di essere noiosi e fuorvianti, perché non è il carnet dei cartellini il mio primo obiettivo.
I risultati in expo e in raduni di razza sono molto importanti, non è vero che non servano a nulla, anzi. Sono fondamentali verifiche zootecniche cui l’allevatore deve prestare molta attenzione. Bisogna, però, anche sapere che non possono essere allevati tutti cani super eccellenti ed anche che il buon cane non è dato solamente da questo.
Il buon cane è un cane il più possibile sano, di buon carattere ed equilibrato, morfologicamente corretto.

Leggi anche “La nostra filosofia di allevamento”